ASSICURAZIONI FLAMINIO

»Petrolio, così per la Russia (e per l’Opec) diventa più facile barare sui tagli [10-12-2019]  »Trump, Ucrainagate: al voto 2 articoli di impeachment. E l’inchiesta Russiagate fu legittima [10-12-2019]  »Evasori fiscali, siete d’accordo a pubblicare le liste anche in Italia? [10-12-2019]  »De Benedetti: «Usciamo da Gedi a testa alta, a Exor la sfida di trasformarla» [10-12-2019]  »Ultimo saldo per Imu e Tasi prima della fusione nel 2020 [10-12-2019]  »Ecco la sbalorditiva correlazione tra tassi negativi e surplus dell’Eurozona [10-12-2019]  »Un anno su Twitter, Salvini e Juventus gli hashtag più popolari del 2019 [9-12-2019]  »Banche, l’impatto sul capitale di Basilea 4 dimezzabile se Bce dice sì [9-12-2019]  »Manovra: plastic tax scende a 50 centesimi, si riduce l’incasso a 150 milioni nel 2020 [9-12-2019]  »Russia e Ucraina: accordo per il cessate il fuoco. Svolta nella crisi [9-12-2019]  »Ergastolo a Battisti, la Cassazione: la fuga rende nullo l’accordo col Brasile [9-12-2019]  »Mattarella: «L’evasione fiscale è grave e indecente» [9-12-2019]  »Italiani nel Regno Unito: cosa devono fare se vince Johnson e la Brexit diventa realtà [9-12-2019]  »Banche e Poste allo scontro sulla gestione delle Tesorerie dei Comuni [9-12-2019]  »Non solo Cattelan: l’arte della banana da Andy Warhol ai Minions [9-12-2019]  »Da Pascale ai Papaboys, le «sardine» incassano adesioni [9-12-2019]  »Addio a Paul Volcker: guidò la Fed negli anni ’80 domando l’inflazione [9-12-2019]  »Università, Bocconi terza in Europa tra le business school. PoliMi tra le migliori scuole tecniche [9-12-2019]  »Auto 2020, ecco le novità in arrivo [9-12-2019]  »Ex Ilva incassa il sì della Procura alla proroga dell’altoforno 2 [9-12-2019]  

Menu

russia

Homerussia
Homerussia

Il Parlamento russo trasforma la Crimea in un paradiso fiscale

postato su Maggio 03, 2017 da Marco De Leo postato in Blog

C’è aria di grandi novità in Russia, dove il Parlamento sta per varare una riforma che stravolgerà il settore finanziario e assicurativo. La Crimea diventerà a breve un paradiso fiscale off-shore, nel quale compagnie di assicurazione, banche estere, fondi pensione e società di intermediazione potranno operare senza alcun obbligo di licenza. Sarà inoltre garantito l’anonimato ai fondi fiduciari che investiranno in Crimea, che così si trasformerà in una “zona di transito internazionale”.

Continua a leggere