ASSICURAZIONI FLAMINIO

»Conte sopravvive al Senato. Punta al rilancio e oggi sale al Quirinale [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Piazza Affari riparte dalla fiducia a Conte con un rialzo dello 0,7%. Europa prudente [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Coronavirus oggi. Pechino, 1,7 milioni di persone in lockdown. Negli Usa i morti salgono a 400mila [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Trump concede la grazia a 143 persone. C’è anche Steve Bannon [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Poste Italiane acquista il 51% della cinese Sengi Express [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »La Bce alla sfida dei lockdown prolungati [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Covid-19, contro le varianti c’è già chi studia il vaccino di seconda generazione [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Viaggiare al tempo del coronavirus, ecco le regole da rispettare: dai divieti ai tamponi, alle quarantene [Posted on Tuesday January 19, 2021]  »Il calciatore paga il procuratore per l’ingaggio anche se il merito non è suo [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Netflix, abbonati oltre i 200 milioni per il re dello streaming e il titolo vola [Posted on Tuesday January 19, 2021]  »Cartelle, per i versamenti rinviati la chance della rateizzazione [Posted on Tuesday January 19, 2021]  »Concerti, Ticketone multata dall’Antitrust per 10 milioni. La società: pronto il ricorso [Posted on Tuesday January 19, 2021]  »Coronavirus, la Lombardia ricorre al Tar. «Zona rossa penalizzante» [Posted on Monday January 18, 2021]  »Pensioni 2021, ecco la Guida facile [Posted on Tuesday January 19, 2021]  »Mafia, primi sequestri all’estero: bloccati immobili della camorra in Romania [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »De Magistris si candida a guidare la Regione Calabria [Posted on Wednesday January 20, 2021]  »Dalla cella, Navalny all’attacco di Putin: «Ecco la sua reggia, la frode più grande» [Posted on Tuesday January 19, 2021]  

Menu

privacy

Homeprivacy
Homeprivacy

Polizza vita, i beneficiari sono protetti dalla privacy

postato su Maggio 10, 2018 da Staff postato in Blog

Una sentenza della Corte di Cassazione di qualche giorno fa ha stabilito che i beneficiari di una polizza vita stipulata da un parente defunto, sono protetti dalla privacy e dunque i familiari di ogni ordine e grado non sono nella condizione di ottenere informazioni dalla Compagnia e dai suoi intermediari con la quale è stato stipulato il contratto, che si possono legittimamente opporre alle loro richieste di informazioni.

Secondo la Corte, infatti, le informazioni relative ai beneficiari (persone terze) delle polizza vita stipulate dal del cuis, non rientrano tra quelle a cui hanno diritto di accesso gli eredi.

Il caso è stato posto dal Garante della Privacy contro l’ordine di un tribunale, rivolto ad una compagnia di assicurazione, di rivelare l’identità dei beneficiari di una polizza vita (che prevedeva un capitale caso morte) agli eredi del Contraente defunto.

La Cassazione ha accolto il ricorso, secondo cui la comunicazione del dato riservato (in questo caso l’identità del beneficiario) lede la privacy del beneficiario stesso e non è consona alla tutela dei diritti dell’erede, e nella sentenza ha evidenziato che gli eredi hanno diritto di accesso ai dati personali del familiare deceduto, ma non a quelli relativi a soggetti terzi beneficiari di contratti stipulati dal de cuis, che ne caso in questione acquistano un diritto proprio ai vantaggi della polizza.

Questa sentenza, di fatto, stravolge il diritto degli eredi ad ottenere la cosiddetta legittima e d fatto apre una possibilità di aggirare la norme stabilite da Codice Civile in materia di successioni, impedendo agli eredi la possibilità di conoscere il soggetto da convenire in giudizio (il soggetto terzo beneficiario della polizza)  con l’azione di riduzione delle donazione che si è realizzata attraverso la stipula della polizza di assicurazione sulla vita

Continua a leggere