ASSICURAZIONI FLAMINIO

»Fisco: dalla moratoria alla casa, le novità allo studio nel «decreto Aprile» [2-4-2020]  »Piazza Affari è davvero a buon mercato? [2-4-2020]  »Coronavirus: chiusura fino al 13 aprile. Stretta sullo sport. Conte: «Se allentiamo ora, sforzi vani» [1-4-2020]  »Il sito in tilt, le proteste e l’imbarazzo di Tridico: la giornata terribile dell’Inps [1-4-2020]  »Coronavirus ultime notizie. Conte: presto un dl per le imprese. Von der Leyen: ora l’Europa è al fianco dell’Italia, in passato fatti errori [2-4-2020]  »Coronavirus ultime notizie: in Cina scatta lockdown a Jia per contenere asintomatici. Studio: Paesi col vaccino obbligatorio per tubercolosi hanno meno morti [2-4-2020]  »Coronavirus, si può fare una passeggiata con i bambini e gli anziani. Ecco a quali condizioni [31-3-2020]  »Se si torna in classe entro metà maggio l’esame di maturità è salvo [1-4-2020]  »Coronavirus, tutto quello che c’è da sapere - La mappa dei contagi - Podcast / Start, 3 notizie al giorno - Il tempo del virus, letture settimanali [20-3-2020]  »Auto, crollo dell’85,4% sul mercato italiano per colpa del Covid-19 [1-4-2020]  »Emirates, Dubai pronto a intervenire per salvare la compagnia aerea [31-3-2020]  »Giornata dell’Autismo con il film «Tommy e gli altri» online sul nostro sito [1-4-2020]  »Rete tlc e regole sull’App per i contagiati: pieni poteri ad Agcom e Privacy [1-4-2020]  »Coronavirus, l’Antitrust mette in freezer multe per 324 milioni [1-4-2020]  »Coronavirus, attacco hacker allo Spallanzani di Roma. Indaga la Procura [1-4-2020]  »Profumo: le Fondazioni reggono anche con lo stop cedole, ma serve una revisione della fiscalità [31-3-2020]  »Battisti: il 2019 è l’anno migliore della storia del gruppo Fs Italiane [31-3-2020]  

Menu

Vita

HomeVita
HomeVita

Polizza vita, i beneficiari sono protetti dalla privacy

postato su Maggio 10, 2018 da Staff postato in Blog

Una sentenza della Corte di Cassazione di qualche giorno fa ha stabilito che i beneficiari di una polizza vita stipulata da un parente defunto, sono protetti dalla privacy e dunque i familiari di ogni ordine e grado non sono nella condizione di ottenere informazioni dalla Compagnia e dai suoi intermediari con la quale è stato stipulato il contratto, che si possono legittimamente opporre alle loro richieste di informazioni.

Secondo la Corte, infatti, le informazioni relative ai beneficiari (persone terze) delle polizza vita stipulate dal del cuis, non rientrano tra quelle a cui hanno diritto di accesso gli eredi.

Il caso è stato posto dal Garante della Privacy contro l’ordine di un tribunale, rivolto ad una compagnia di assicurazione, di rivelare l’identità dei beneficiari di una polizza vita (che prevedeva un capitale caso morte) agli eredi del Contraente defunto.

La Cassazione ha accolto il ricorso, secondo cui la comunicazione del dato riservato (in questo caso l’identità del beneficiario) lede la privacy del beneficiario stesso e non è consona alla tutela dei diritti dell’erede, e nella sentenza ha evidenziato che gli eredi hanno diritto di accesso ai dati personali del familiare deceduto, ma non a quelli relativi a soggetti terzi beneficiari di contratti stipulati dal de cuis, che ne caso in questione acquistano un diritto proprio ai vantaggi della polizza.

Questa sentenza, di fatto, stravolge il diritto degli eredi ad ottenere la cosiddetta legittima e d fatto apre una possibilità di aggirare la norme stabilite da Codice Civile in materia di successioni, impedendo agli eredi la possibilità di conoscere il soggetto da convenire in giudizio (il soggetto terzo beneficiario della polizza)  con l’azione di riduzione delle donazione che si è realizzata attraverso la stipula della polizza di assicurazione sulla vita

Continua a leggere