ASSICURAZIONI FLAMINIO

»Climate change, Greta all’Onu: «Siamo inarrestabili» [21-9-2019]  »Bce, il nuovo «bazooka» di Lagarde è contro il climate change [21-9-2019]  »Come si informano i politici? Tra i tg vince Sky, ma la maggioranza M5S-Pd sceglie Mentana [21-9-2019]  »Eni punta sul Medio Oriente con un piano da 4,3 miliardi [21-9-2019]  »L’eredità di Tria: un piano di tagli da 6-7 miliardi [21-9-2019]  »La Fed insiste, iniezioni di liquidità fino al 10 ottobre [21-9-2019]  »Michelin farà ad Alessandria le gomme che abbattono i consumi [21-9-2019]  »Braccio di ferro M5S-Pd sul taglio dei parlamentari: mercoledì il verdetto sui tempi [21-9-2019]  »Parigi, scontri tra polizia e gilet gialli. 90 fermi [21-9-2019]  »Così il computer quantistico di Google esegue calcoli da 10mila anni in 3 minuti [21-9-2019]  »Studi di settore, ecco perché il Fisco può ancora usarli per i controlli [21-9-2019]  »Chi è Francesca Di Maolo, la candidata in Umbria su cui trattano M5S e Pd [21-9-2019]  »Rigassificatore Olt: Iren cede a Snam il 49% dell’impianto [21-9-2019]  »Conti correnti, perché la spesa si è impennata nel 2018 [21-9-2019]  »Soave, inaugurata la Cantina più grande d’Europa. Progetto da 80 milioni di bottiglie all’anno [21-9-2019]  »Trump invia truppe Usa in Arabia Saudita [21-9-2019]  »L’etilometro non revisionato rende sempre nullo il test [21-9-2019]  »Carige salva: per il sistema bancario italiano emergenza alle spalle [21-9-2019]  »Mercati, cambio di rotta a settembre: si vendono bond e si comprano azioni [21-9-2019]  »UniCredit, Cesare Bisoni nominato presidente [20-9-2019]  

Menu

Visualizza articoli per tag: Vita

HomeBlogVisualizza articoli per tag: Vita
HomeBlogVisualizza articoli per tag: Vita

Polizza vita, i beneficiari sono protetti dalla privacy

postato su Maggio 10, 2018 da Staff postato in Blog

Una sentenza della Corte di Cassazione di qualche giorno fa ha stabilito che i beneficiari di una polizza vita stipulata da un parente defunto, sono protetti dalla privacy e dunque i familiari di ogni ordine e grado non sono nella condizione di ottenere informazioni dalla Compagnia e dai suoi intermediari con la quale è stato stipulato il contratto, che si possono legittimamente opporre alle loro richieste di informazioni.

Secondo la Corte, infatti, le informazioni relative ai beneficiari (persone terze) delle polizza vita stipulate dal del cuis, non rientrano tra quelle a cui hanno diritto di accesso gli eredi.

Il caso è stato posto dal Garante della Privacy contro l’ordine di un tribunale, rivolto ad una compagnia di assicurazione, di rivelare l’identità dei beneficiari di una polizza vita (che prevedeva un capitale caso morte) agli eredi del Contraente defunto.

La Cassazione ha accolto il ricorso, secondo cui la comunicazione del dato riservato (in questo caso l’identità del beneficiario) lede la privacy del beneficiario stesso e non è consona alla tutela dei diritti dell’erede, e nella sentenza ha evidenziato che gli eredi hanno diritto di accesso ai dati personali del familiare deceduto, ma non a quelli relativi a soggetti terzi beneficiari di contratti stipulati dal de cuis, che ne caso in questione acquistano un diritto proprio ai vantaggi della polizza.

Questa sentenza, di fatto, stravolge il diritto degli eredi ad ottenere la cosiddetta legittima e d fatto apre una possibilità di aggirare la norme stabilite da Codice Civile in materia di successioni, impedendo agli eredi la possibilità di conoscere il soggetto da convenire in giudizio (il soggetto terzo beneficiario della polizza)  con l’azione di riduzione delle donazione che si è realizzata attraverso la stipula della polizza di assicurazione sulla vita

Continua a leggere