ASSICURAZIONI FLAMINIO

»Sfida Salvini-Conte, su Autonomia scoppia la rivolta del nord leghista [20-7-2019]  »Banche, al via il super fondo per gestire i crediti semi-deteriorati [20-7-2019]  »Beyond, in orbita la missione di Parmitano che guarda a Marte [20-7-2019]  »Campari scommette sul rum, punta alla francese Rhumantilles [20-7-2019]  »Di Battista fa l’editor: «Un libro su Bibbiano, ma sogno inchiesta su Lagarde» [20-7-2019]  »Un milione di italiani fuma sigarette elettroniche [20-7-2019]  »Speculazioni finanziarie, M5S studia una «raider tax» da 2-3 miliardi [20-7-2019]  »I rimpatri di Salvini sono meno di quelli del governo Renzi [20-7-2019]  »La volta che Borrelli chiese scusa per Mani pulite: «Non valeva la pena» [20-7-2019]  »Acqua non pagata in condominio: come evitare il distacco dell’utenza [20-7-2019]  »«C’è mancanza di allarme sociale»: così la Mafia cresce al Nord [20-7-2019]  »Youtube, arriva la multa a Google per violazione dati dei bambini [20-7-2019]  »«Domani andrò in Paradiso». Allarme terrorismo a Roma, ricercato un siriano [20-7-2019]  »Ecco l’«Etape», il Tour de France alla portata di tutti i ciclisti (o quasi) [20-7-2019]  »Aria condizionata, meno consumi con tende smart e schermature solari [20-7-2019]  »Perché in Italia un giovane su 4 è troppo istruito per il lavoro che fa [20-7-2019]  »Hormuz, Pasdaran iraniani sequestrano una petroliera britannica [19-7-2019]  »Bezos, Musk e Branson: la corsa nello spazio sta diventando un affare privato [19-7-2019]  »Stranieri che comprano casa in Italia, boom in Sicilia [19-7-2019]  »Perché la Bce potrebbe abbandonare il 2% di inflazione [19-7-2019]  

Menu

IVASS: prezzi delle Rc Auto stabili nel 2016

HomeBlogIVASS: prezzi delle Rc Auto stabili nel 2016
HomeBlogIVASS: prezzi delle Rc Auto stabili nel 2016
Venerdì, 07 Aprile 2017 15:14

IVASS: prezzi delle Rc Auto stabili nel 2016

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
L’IVASS ha pubblicato le statistiche riguardanti l’importo dei premi pagati nel settore RC Auto nel quarto trimestre del 2016 .

I dati che emergono mostrano una stabilizzazione rispetto a quanto hanno mostrato i trend degli ultimi anni: il premio medio si attesta intorno ai 420 euro, mentre il 50% degli assicurati paga meno di 380 euro. Considerati i dati del terzo trimestre del 2016 il dato complessivo per gli ultimi sei mesi dello scorso anno ha fatto registrare un -0,2%, dato incoraggiante rispetto al -2,4% dello stesso periodo del 2015, e da inserire nel complessivo miglioramento del settore che è passato dal -7,6% del 2015 al -4,4% del 2016.
I prezzi tuttavia hanno toccato cifre molto elevate in Calabria, Campania (specialmente a Crotone, Reggio, Vibo Valentia, Caserta e Napoli) e Toscana (Massa, Pistoia e Prato). Lo scarto medio tra le provincie più costose e quelle meno care ha continuato a scendere, arrivando a toccare i 330 euro di differenziale tra la salata Napoli e Oristano, decisamente più economica. Nello stesso periodo di tre anni fa il differenziale toccava i 500 euro, piccoli passi in avanti. Possibile spiegazione per questa decrescita costante è l’utilizzo sempre maggiore della scatola nera a bordo dei veicoli specialmente nelle regioni meridionali: nel quarto trimestre il 19% delle polizze includeva l’utilizzo della scatola nera (il 3,3% su base annua). Ad esempio nelle città più care come Napoli e Caserta la quota delle scatole nere ha superato il 50%, e numeri simili, seppur leggermente inferiori, li fanno registrare anche altre provincie di Calabria, Puglia e Sicilia, ma il numero è in forte crescita in tutta la nostra Penisola.
Letto 779 volte